Halloween in Sicilia: favorevoli o contrari?

Mancano pochi giorni alla festa di Halloween, molto amata dai bambini, e da anni ormai diffusasi in Italia e anche nei paesini grazie alla globalizzazione e ai mezzi di comunicazione di massa. Ma conosciamo meglio questa tradizione.

LE ORIGINI – La festa di Halloween ricorre ogni anno il 31 ottobre e le sue origini non sono americane ma europee. Questa festa, pagana e legata al folklore popolare, vede gli albori in Irlanda più di duemila anni fa. Inizialmente con questa festa, chiamata Samhain, si celebrava il cambio di stagione e l’arrivo dell’inverno. Con i culti legati alla terra e all’agricoltura si esorcizzavano le paure ancestrali dell’uomo. Poi con il passare dei secoli si diffuse il cristianesimo e venne istituita la festa di Ognisanti nota come All Hallows. Si cominciò pertanto a sovrapporre l’antica festa celtica a quella religiosa e a festeggiare anche il giorno della vigilia (All Hallows Eve) da cui proviene il nome di Halloween. Tra settecento e ottocento l’antica tradizione popolare approdò in America con le immigrazioni trasformandosi via via nella festa che conosciamo oggi.

LA ZUCCA E LA LEGGENDA DI JACK’O’LANTERN – il simbolo più conosciuto legato della festa di Halloween è certamente la zucca. Ma perché proprio la zucca? Questa tradizione è legata alla storia popolare di Jack’o’Lantern. Secondo la leggenda Jack, un tale ubriacone e peccatore, riuscì tramite un inganno a far sì che il diavolo dopo la morte non si prendesse la sua anima. Ma il luogo a cui Jack era destinato era l’inferno. Così Jack triste e solo, condannato a girovagare per l’eternità, intagliò una zucca facendosi luce con fiaccola.

I PRO E I CONTRO – Si discute tanto sulla festa di Halloween. Molti sono contrari perché non è una tradizione legata al culto cattolico e dunque estranea, altri invece sono favorevoli perché è un modo come un altro, come il carnevale, per esorcizzare e scacciare via le paure che da sempre albergano nel cuore dell’uomo. Sta di fatto che non si può fermare la globalizzazione e che anche i bambini italiani, come tutti gli altri, adorano e aspettano questa festa. Alla fine è solo un’antica tradizione di origini celtiche legata al culto delle messi e dei campi, è l’uomo poi attraverso i propri valori culturali che veste ogni cosa donandogli un significato proprio e unico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...